La Stalking victim: la definizione delle caratteristiche della vittima

Scritto il 15 Aprile 2011 in Approfondimenti
(argomenti: , , )

Fulcro centrale dell’origine dello stalking è la relazione che si instaura fre due persone, relazione che spesso esiste solo nella mente dello stalker, ma allo stesso tempo la vittima dello stalker può presentare carateristiche ben precise che dagli studi in merito lo ascrivono alle seguenti categorie:

THE PERSONAL ovvero “vittima personale”, ha avuto un rapporto amoroso (ex partner) o di amicizia  con lo stalker che agisce per riconquistare o vendicarsi;

THE PROFESSIONAL ovvero “vittima per professione”,   la vittima appartiene alle cosiddette “professioni d’aiuto”: medici, psicologi, infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali, sociologi, insegnanti, avvocati,  e ogni altra sorta di helper contro cui lo stalker pone in essere comportamenti molesti volti ad una domanda di attenzione o una ricerca di vendetta per l’attribuzione di responsabilità sulla salute o sulla vita propria o dei propri cari;

THE EMPLOYMENT ovvero “vittima per lavoro”, si tratta di un lavoratore che subisce comportamenti, perpetrati da parte di superiori, definito MOBBING VERTICALE o BOSSING,  oppure da parte di colleghi, definito MOBBIN ORRIZZONTALE. Le persecuzioni iniziano si nell’ambito lavorativo ma finiscono poi per invadere la vita privata;

THE MEDIA ovvero “vittima mediatica”, di solito queste vittime sono personaggi famosi o di pubblico interesse di cui lo stalker è fan;

THE ACQUAINTANCE ovvero “il/la conoscente”, la vittima è un/a estraneo/a, una persona incontrata accidentalmente e con cui lo stalker non ha nessun legame reale ma pensa di avere un rapporto ideale.