Le reazioni della vittima di stalking

Scritto il 15 Aprile 2011 in Approfondimenti
(argomenti: , , )

Secondo gli studiosi Picozzi e Zappalà  ci possono essere da parte della vittima reazioni immediate quali:

  • FUGA da esitamento,
  • RISPOSTA VERBALE non confrontativa (dissuadere, cercare di suscitare  empatia, essere sinceri, negoziare),
  • RESISTENZA FISICA NON CONFRONTATIVA simulata (svenimenti, epilessia, mutismo),
  • REAZIONE FISICA involontaria e spontanea (pianto,tremori, perdita del controllo sfinterico),
  • RISPOSTA OPPOSITIVA VERBALE (urla per attirare l’attenzione, sfogo per la rabbia),
  • RESISTENZA OPPOSITIVA fisica (divincolarsi, sferrare colpi su collo e genitali),
  • SOTTOMISSIONE.

Inoltre possono presentarsi delle reazioni a lungo termine, tra cui quelle più frequenti risultano essere:

  • il CAMBIAMENTO dello STILE DI VITA, (cambiando lavoro, abitazione, città, stato),
  • la PROTEZIONE DI SE STESSI (cambiando numero di telefono, e/o indirizzo e-mail, usando il cognome da nubile sul lavoro, seguendo corsi di autodifesa o acquistando un arma)
  • la PROTEZIONE DELLA CASA (istallando apparecchi tecnologici o sistemi di allarme nei casi più gravi, mentre in quelli blandi cambiando la serratura della porta).

In questi casi l’indifferenza sembra essere la migliore strategia. La vittima che non manifesta uno status di disagio e un  comprovato malessere non alimenta lo stalker ma gli determina un’abulia comportamentale, una assenza di comportamenti, azioni e reazioni.
E’ opportuno però che la stalking victim annoti possibilmente data e ora delle molestie subite dallo stalker così da consentire una ricostruzione dettagliata degli eventi.
E’ possibile osservare nella Stalker Victim :

  • INCUBI NOTTURNI, difficoltà ad addormentarsi o insonnia,
  • FLASHBACK, ovvero vissuti intrusivi che rinnovano il ricordo di episodi e scene particolarmente traumatiche,
  • condotte di EVITAMENTO verso tutto ciò che possa essere riconducibile all’esperienza traumatica,
  • “HYPERAROUSAL” cioè irritabilità aggressività e tensione generalizzate.